Volevo vivere come CandyCandy…

Racconti di vita in un caos organizzato

Confuso e felice

3 commenti

ImmagineImmagine

 

Mi trovo (felicemente) costretto ad interrompere la cronologia dei miei racconti per fare un salto spazio-temporale all’oggi, e più precisamente a stamattina, quando uno dei miei followers mi ha comunicato in un commento al post precedente “Preghiere, mutande e vin brulè” di avermi segnalato per i due Awards che vedete in foto sopra, ovvero il Liebster Award e lo Shine on Award.

Cioè, il mio ego ha avuto un sobbalzo che lèvati, proprio! Ma xosa sono questi due riconoscimenti? Lo potete leggere nel post della persona che mi ha nominato, ovvero qui: http://pensierisottolaneve.wordpress.com/2014/02/17/sono-stato-nominato/ e che, doverosamente, ringrazio e ri-segnalo a mia volta! In sostanza, comunque, è una simpatica iniziativa per far conoscere i blog anche ad altr* ed un segno di apprezzamento per chi si segue. Grazie grazie grazie, quindi, ad aboer65 che mi ha (davvero) onorato di tanta attenzione! E veniamo a svolgere “i compiti” che siffatto onore richiede!

1. Perché hai iniziato questo blog. L’ho scritto nel primo post, in realtà è stato per pigrizia: invece che scrivere un libro, cosa che pensavo essere troppo impegnativa, mi sono orientato sul blog, che mi lasciava più libero di gestire tempi e voglia. E, con mio grande stupore, la voglia in realtà è andata aumentando (peggio per voi!). E poi, diciamocelo: non potevo non condividere la mia grandezza con il mondo intero, sarei stato troppo egoista…

2. Qual è la cosa più importante nella tua vita.  Vivere, ogni momento il più intensamente possibile, che non vuol dire fare chissà cosa, ma semplicemente capire l’importanza di ciò che accade (anche per questo nasce il blog).

3. Il cibo di cui non puoi fare a meno. Cioccolata, poi la cioccolato, ed infine il cioccolato. Ah, direi anche un po’ di cioccolato. 

4. Il tuo posto del cuore. Ne scriverò tre: in generale la montagna (vedi post precedente); Assisi; Roma (arriveranno post esplicativi anche per queste città, tranquill*).

5. Come ti vedi nei prossimi 10 anni. Bollito?

6. Tre cose senza le quali non esci di casa. Cellulare, borsa abbinata all’abbigliamento (ci vuole un certo stile nella vita…), orologio abbinato all’abbigliamento (come sopra).

7. Una citazione che ti caratterizza. Anche in questo caso, ne metto due: “Fatti non foste per viver come bruti” e “Cosa riflette uno specchio che riflette uno specchio? Lo sai tu, Infanta Imperatrice?” Come si vede, vado sull’etico-filosofico-esistenzial-nerdico.

Adesso, devo rispondere alle domande che mi pone Andrea, che è colui che mi ha segnalato, ovvero:

1. Il tuo colore preferito. Posso dire l’arcobaleno? Altrimenti il blu profondo.

2. Il libro più bello. Senza esitazioni: “Il Signore degli Anelli”, forevah and evah!

3. La città che ami di più. Visto che Assisi e Roma le ho citate prima, qui scriverò Torino! Venite a visitarla, per chi non ci è mai stat* sarà una bellissima scoperta!

4. Il tuo fiore preferito. Narciso (e poteva essere diverso?)

5. Il tuo cibo preferito. Avendo già citato il cioccolato, dirò… la Nutella!

6. Il film più bello che sia mai stato girato. Anche qui ne indico due: “L’attimo fuggente”, che per me resta un must, ed “In and Out”, che mi fa sempre riderissimo (come dice Mina)

7. Lo scrittore e la scrittrice preferiti. Il primo è un autore, sceneggiatore, sognatore, ovvero Neil Gaiman; la seconda  non può che essere la Rowling.

8. Da 1 a 5 quanto conta avere tanti “Mi piace” sul tuo blog? Sinceramente, mi fanno piacere (MOLTO piacere), ma quello che conta di più è che i commenti, positivi o negativi che siano, mi stimolano a scrivere ulteriormente. Quindi, non sono i “mi piace” importanti, ma i feedbacks in generale che ricevo, qui, su Facebook e su Twitter.

9. Spiega la risposta data al punto precedente. Vedi punto precedente 😉

10. Descriviti in 10 parole. Gentile, timido, egocentrico, insicuro, deciso, contradditorio, curioso, intelligente, immodesto, permaloso.

Ora, dovrei segnalare 10 blogs che seguo ed assegnare loro gli stessi premi. Ma io di blog ne seguo pochissimi, causa mancanza di tempo, quindi ne segnalo solo tre:

centochilidicaos, che è scritto da un buon amico che è anche il vero colpevole del mio iniziare a scrivere (quindi, prendetevela con lui!): lo cito implicitamente nel mio titolo, scrivendo “caos organizzato”, è un ringraziamento.

pensierisottolaneve, che il blog dal cui autore sono stato citato

scuolafinita, che mi piace e mi commuove

Sono pochi, ma buoni! Adesso dovrei fare io le 10 domande a cui rispondere, ed eccole qua:

1. Il tuo ricordo più bello

2. Il tuo ricordo più imbarazzante

3. Il tuo sogno ancora non realizzato

4. La cosa che ti fa più ridere

5. La cosa che ti commuove

6. La cosa che ti imbarazza

7. La cosa/persona/animale che ami di più

8. Il tuo luogo preferito

9. Il tuo ricordo più bello

10. La domanda che avresti voluto ti facessi

 

Autore: hygbor

Lettore compulsivo di fumetti, utente compulsivo di tecnologia, curioso compulsivo di luoghi/ persone: solo x il lavoro non ho particolare interesse compulsivo! Nato il 15/10/1968, per citare il titolo di un film "Una Splendida Annata"! Sono stato adottato, ho scoperto di essere gay, ho vissuto in convento come frate cappuccino per 11 anni... Diciamo che non mi sono annoiato

3 thoughts on “Confuso e felice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...